Ultima modifica: 21 Maggio 2020

Il film su Felicia Impastato venerdì su Rai Uno

Informo gli studenti e i docenti che hanno partecipato all’incontro svoltosi il 17 febbraio dalla rete Antimafia presso l’aula magna “Peppino e Felicia….. una storia da raccontare ” che Venerdì 22 maggio Rai 1, in prima serata, alle 21,20, trasmetterà il film dedicato a “Felicia Impastato”, dedicato alla mamma di Peppino Impastato ucciso dalla mafia l’8 maggio 1978, nello stesso giorno del dell’uccisione di Aldo Moro

Un’occasione per riflettere riflettere sul tema della lotta alla mafia proprio alla vigilia dell’anniversario della strage di Capaci

Felicia Impastato, madri contro la mafia - Non Sprecare

Ci sono due storie che attraversano la vita e la morte di Peppino Impastato. La prima è quella di un ragazzo che sfida il padre e la mafia fino a trovare la morte. La seconda è quella che comincia dopo la sua scomparsa, la storia di una madre che decide di fare ciò che nessuna donna in Sicilia, fino a quel momento, aveva fatto mai. Parlare, denunciare, gridare al mondo i nomi e i cognomi di chi ha ucciso suo figlio.

Giuseppe Impastato, meglio noto come Peppino, è stato un giornalista, attivista e poeta italiano, noto per le sue denunce contro le attività di cosa nostra a seguito delle quali fu assassinato, vittima di un attentato il 9 maggio 1978. 

Felicia ha cercato di rincorrere uno Stato che vorrebbe archiviare il delitto prima come atto terroristico, poi come suicidio per compiacere gli interessi dei mafiosi, e costringerlo a darle giustizia. Felicia Impastato è il film liberamente ispirato alla storia di Felicia Impastato, al suo impegno civico, sociale e personale nella lotta alla mafia.

Felicia Impastato racconta il coraggio, la determinazione e la forza di una madre che per oltre vent’anni ha lottato perché fosse fatta giustizia per il figlio assassinato dalla mafia. La storia di una donna che in un territorio difficile e complesso come quello siciliano della fine degli anni Settanta, non si è mai arresa allo strapotere della criminalità organizzata diventando, per il suo grande impegno civile e sociale, un punto di riferimento per tutti coloro che quotidianamente lottano per la ricerca della verità e l’affermazione della legalità nel nostro Paese.